Mi presento

Illustratrice nel cuore

Mi chiamo Michela Tannoia di anni ne comincio ad avere un po', vivo e lavoro nella magica Valpolicella in provincia di Verona. Alle spalle ho una decina di anni d'intensa esperienza nel mondo del design. Come vedremo in seguito ho cambiato nettamente percorso un paio di volte nella mia vita ma senza mai allontanarmi dalla sfera della creatività.

L'illustrazione é sempre stata la mia passione e il mio rifugio, sono cresciuta a ramen e fumetti che influenzano evidentemente il mio stile. Esercito molte tecniche ma la mia preferita e il disegno a china per via di pennelli o pennini.

 
michela-tannoia-illustratrice.jpg
 

Da dove vengo

esperienze-lavoro.png

il percorso che mi ha portato qui

L'illustrazione é sempre stata una colonna portante della mia vita che mi ha indirizzato fin da giovane. Ho studiato al Liceo Artistico U.Boccioni di Verona dove mi sono diplomata nel 2005. Subito dopo ho studiato per 2 anni alle Grand Chic di Verona per diventare Stilista. Mi sono fatta le ossa con internships in differenti sedi della moda a Verona, poi nel 2008 ho iniziato l'intensa esperienza con la You Look So Fine, studio di consulenza per lo stile dell'infanzia a Verona che lavora con alcuni dei Brand più conosciuti del paese nel settore bambino. Per quattro anni ho lavorato come assistente stilista imparando a fondo programmi come Adobe Illustrator e Photoshop che sono ancora ora gli strumenti principali del mio lavoro. In quegli anni ho creato il mio gusto e stile, raffinando il mio occhio per colori e tendenze. Nel 2012 ho preso la decisione di cambiare lavoro quando ho capito che l'amore per la grafica e illustrazione superava di gran lunga quello dello stile. 

Quindi decisa a imparare l'inglese per non aver più strade chiuse mi sono trasferita a Londra dove ho iniziato a lavorare con l'appena nata start-up di Cronycle con il ruolo di semplice Visual designer fino a diventare la Lead UX/UI designer dei team web e IOS. Dal 2012 al 2016 il mio ruolo é cambiato e cresciuto esponenzialmente. Ho collaborato a lungo con diverse agenzie creative come Wilson Fletcher e con la Android agency Novoda con il titolo prima di senior e poi come lead del team dei designers di Berlino per  il progetto Immobilienscout24

Per circa un anno ho lavorato tra Londra e Berlino con la start-up Conichi. Ho avuto l'onore di creare l'app che da piccola start up li ha portati a vincere diversi premi per il mercato alberghiero tedesco e i complimenti di Apple Germania facendo cosi crescere questo incredibile team con cui ho avuto una splendida esperienza.

Nella primavera del 2016 mi sono trasferita a Berlino per lavorare a quella che ancora non sospettavo sarebbe stata la mia ultima app per il progetto Immobilienscout24 per conto della creative agency Novoda. Questa esperienza mi ha fatto crescere molto come UX designer collaborando con uno dei team per me più professionali e specializzati a 360º in User experience strutturale e user testing. Purtroppo questo é stato anche l'anno in cui ho avuto un problema di salute che mi ha fatto capire che era il momento di rallentare.

A fine del 2016 sono tornata a vivere a Verona, dove un periodo molto difficile di ripresa mi stava aspettando. Appena sono stata meglio ho dovuto affrontare la scelta se continuare a lavorare nel web, mondo che amo e al quale non potrò mai chiudere le porte del tutto, oppure per la prima volta nella vita mi si presentava la possibilità di provare a seguire un sogno che da sempre era rimasto chiuso nel cassetto della mia infanzia.

Ed ecco che l' 11 febbraio del 2017 mi sono presentata letteralmente in piazza con il mio primo banchettino e quattro illustrazioni stampate con il nome Bee in a Nest e un'emozione tutta nuova nel cuore.

 

Se vuoi scoprire di piu sulle mie esperienze puoi visitare il mio profilo Linkedin oppure scaricare il mio CV e ultimo Portfoli.

 

DOve sono

presente_michela-tannoia.png

La punta dell'iceberg

Il primo anno di una qualunque attività si può definire una sfida piena di ostacoli superati con il grande entusiasmo. Per la prima volta ho capito cosa voleva dire mettere la faccia su un proprio prodotto, ho lavorato principalmente con privati creando quadri pieni di emozioni profonde, loghi illustrati e concetti per packaging per il mercato alimentare e del vino. Ho partecipato a uno smisurato numero di mercati e festivals in ogni situazione climatica presentando i primi prodotti Bee in a Nest come magliette, segnalibri e stampe.

Durante l'arco dell'anno ho organizzato due eventi per presentare collezioni di quadri alla Bottega Toni di Gusto dove sono tutt'ora in esposizione. A novembre del 2017 sono arrivata tra i 15 finalisti del concorso nazionale della Biennale dell'arte MArteLive di Roma dove ho esposto nella capitale 4 dei quadri da loro selezionati.

Al momento mi occupo di produzione di magliette, collaboro con due cantine di vino nel veronese e proseguo nella realizzazione d'illustrazioni originali. I miei prodotti possono essere ordinati direttamente a me, altrimenti li trovate su differenti supporti su Mipic e Society6.

 

Dove sto andando

Sognando un poco

La vita mi ha portato sempre in direzioni inaspettate, quindi pensare a un futuro concreto non é da me. Però se dovessi dire cosa mi renderebbe felice é un giorno creare un mio piccolo studio creativo come quello di Folio illustration agency o di Lino's & co  specializzato in illustrazioni che vadano dal settore musica a quello alimentare alle commissioni di privati. Uno di quegli studi con una sezione shop dove la vetrina non é mai coperta e dove la gente sia benvenuta ad entrare per curiosare, chiedere, parlare e respirare creatività. Un posto dove gli eventi siano continui e dove gli artisti possano venire ad incontrarsi. Insomma nei miei sogni risiede l'utopia di una piccola illustratrice che vuol vivere una vita semplice e  circondata dal colore.

futuro.png
 

 

I miei strumenti del mestiere

strumenti-michela-tannoia.png

Pochi strumenti ma buoni

Gli strumenti del mestiere che utilizzo sono pochi e semplici. Una matita rossa ed una blue per gli schizzi, una matita 2H (la mia preferita) per i calchi, penne a china Staedtler nº 005, 04, 08, 12. Con la nuova tecnica che sto utilizzando mi trovo molto bene con la brush pen giapponese Kuretake. Per il colore delle illustrazioni mi piace lavorare direttamente in digitale utilizzando Adobe Photoshop CC

 

Le mie ispirazioni

ispirazione.png

Studio di un subconscio agitato

La maggioranza delle ispirazioni le traggo dai miei sogni, e con sogni non intendo quelli nel cassetto ma quelli che fai di notte.

Ho sempre sognato saghe incredibili dai mille dettagli che spesso mi son rimasti impressi negli anni. Quando ancora ero una bambina per pura curiosità iniziai a studiare la simbologia che si nascondeva negli elementi che mi rimanevano impressi al risveglio e normalmente si trattava sempre di animali. E cosi ho scoperto che l'acqua é il simbolo del subconscio più oscuro, che le formiche sono pensieri incessanti, che i ragni sono la creatività che costruisce ragnatele di rugiada in noi e che un lupo puo ucciderti o guidarti a seconda del colore del pelo.

La mente umana conserva migliaia d'anni di conoscenza comune in memoria che ancora ci trasmettiamo. Ed ecco che nei nostri sogni si rivelano i nostri antenati... Insomma quando cominci a vedere il significato dietro ad ogni cosa non puoi fare altro che emozionarti e creare opere piene di simbolismo nascosti nei dettagli più semplici proprio come un sogno. Sta poi alla persona che riceve l'opera decidere se decifrarla oppure godere solo della sua unicità.

 

Scopri gli ultimi lavori